traduci

venerdì 19 luglio 2013

Sapone di Aleppo

Il Sapone di Aleppo





Pochi conoscono la vera storia del Sapone di Aleppo, una storia ancestrale, che appartiene ad un periodo che si perde nella notte dei tempi. Il primo Sapone della storia da cui derivano tutti gli altri.  Aleppo è una città della Siria. E 'la più antica città abitata del mondo: Ecco alcune immagini di  questa antica città. La sua fondazione risale a 4500 anni prima di Cristo.






Aleppo è strategicamente costruita sulla via della seta e delle spezie. Questa foto mostra la città vecchia di Aleppo dominato dalla Cittadella.








Allo spuntare della  luce del sole, il grande  Souk (mercato)   di Aleppo, ha molti negozi, spesso molto antichi e vecchi, ma le moschee sono tuttora  perfettamente conservate.






Infine, la famosa cittadella di Aleppo che domina la città.









Il Sapone di Aleppo è un sapone per l'igiene personale, basato sull'uso dell'olio d'oliva con l'aggiunta di una percentuale variabile di olio d'alloro; è un prodotto tipico della città di Aleppo in Siria, mentre nella città palestinese di Nablus (attuale Cisgiordania) contiene esclusivamente olio d'oliva senza aggiunta di olio d'alloro, entrambe le lavorazioni artigianali seguono una tradizione che risale all'antichità, perpetuata generazione dopo generazione. Le prime testimonianze archeologiche risalgono al 2500 a.C. e sono state rinvenute a Babilonia. Ogni anno, a novembre, quando gli olii d'oliva vengono prodotti, si ripete lo stesso rituale nei caravanserragli dei vecchi suq di Aleppo. L'olio d'oliva viene trattato con acqua e idrossido di sodio, lentamente in un calderone di pietra, utilizzando lo stesso sistema di saponificazione usato in antichità. Alla fine della cottura, durante il raffreddamento, viene aggiunto l'olio d'alloro, il cui compito è quello di profumare e di arricchire il sapone. La qualità del sapone dipenderà dalla quantità di olio d'alloro utilizzato,che può giungere al 60%. I saponi, che sono ancora di colore verde, vengono messi in impalcature a forma di torre, dove vengono lasciati a maturare all'aria fresca per non meno di dodici mesi. In questo periodo di maturazione il sapone inizia a cambiare colore, dal verde diventerà d'un colore dorato. Ciò avviene a causa della clorofilla dell'olio d'oliva che, illuminata dai raggi solari, produce questo cambiamento cromatico. Gli arabi, già nei primi anni dell' Islam, avevano creato dei saponi molto fini, profumati con essenze di origine vegetale che, dall' 800 d.C., sull'onda dell'espansione araba si diffusero in tutto il bacino mediterraneo, raggiungendo la Spagna e la Sicilia.  Grazie ai crociati questi saponi vennero portati in Occidente. In alcuni paesi, quali la Spagna, l'Italia e la Francia, venne rielaborato il modo di fare il sapone utilizzando altri elementi al posto degli oli d'oliva e d'alloro. 
Il sapone di Marsiglia ha ereditato la procedura di fabbricazione del sapone d'Aleppo, che è l'origine di tutti i saponi duri del mondo.  I primi saponifici d' Europa furono impiantati nel XXII secolo, a seguito delle crociate, in Castiglia (Spagna) e in Italia ( Savona, Venezia),  poi in Francia, dove nacque il sapone di Marsiglia, che deriva direttamente da quello di Aleppo.


Ed ecco l'omaggio che ho ricevuto da Alepia 

Vero sapone di oliva 
puro biologico di Aleppo
Creato artigianalmente come da tradizione tramandata da padre in figlio 
i vantaggi di un sapone tradizionale
Indicato per la detersione quotidiana della pelle e dei capelli.


Per conoscere meglio i prodotti che produce Alepia vi consiglio di visitare i seguenti link:

Sito web Alepia

Pagina facebook